Prenderanno il via domenica 19 gennaio con la prima processione, i festeggiamenti in onore di San Ciro, medico eremita martire, Patrono di Grottaglie.

Giovedì 30 gennaio ci sarà la tradizionale foc’ra, si tratta di una catasta di legna di diverso tipo (tronchi, sarmenti, rami, tavole…), alta anche oltre 20 metri, sistemata in modo da formare un grande cono alla cui sommità viene posta una croce con su affissa l’immagine del santo. Al termine della funzione religiosa, l’arciprete e i fedeli si recano, seguiti dalla banda, e dopo la benedizione rituale, si darà fuoco al falò che attira moltissimi curiosi. E’ una tradizione che risale all’introduzione della festa ed è collegata al martirio del santo che prima di essere decapitato subì torture col fuoco.

Seguirà poi venerdì 31 gennaio la processione dei fedeli scalzi e domenica 2 febbraio l’ultima processione.

PROGRAMMA COMPLETO

Alla manifestazione prenderanno parte alcune realtà associative del territorio come Medici per San Ciro Onlus alle ore 19:00 di martedì 28 gennaio con la XV Edizione Medici per San Ciro e l’AVIS di Grottaglie che dalle 7:00 alle 12:00 di  venerdì 31 gennaio organizza una raccolta di sangue in P.zza Regina Margherita.