In un momento di difficoltà per il welfare pubblico e di scarsa fiducia nelle istituzioni da parte dei cittadini, l’azione volontaria e, più in generale, l’impegno sociale e civile, continua a rivestire un ruolo cruciale per la coesione sociale e per il futuro della convivenza civile nel nostro Paese. Ma la società cambia, anche in modo eccezionalmente rapido, per effetto dei grandi cambiamenti economici e sociali, legati in parte allo sviluppo delle tecnologie digitali, che aprono a nuove opportunità di scambio, comunicazione, contatto e, al tempo stesso, ai rischi di logoramento del valore della relazione; non sempre le organizzazioni della società civile riescono a tenere il ritmo di queste trasformazioni.

Che fare, dunque? Nei processi di cambiamento in corso nel volontariato italiano, e meridionale in particolare, particolare rilevanza assumono le pratiche di innovazione sociale, quei principi e quelle pratiche di collaborazione, di condivisione e reciprocità, che pur non estranee alla tradizione culturale della solidarietà organizzata, sembrano effettivamente uscire indebolite dal lungo travaglio identitario del volontariato italiano. Questi valori e queste pratiche sembrano oggi affermarsi con maggior vigore tra i giovani, gli innovatori sociali figli della cultura digitale di massa, capaci di reagire alla crisi con grande impegno e generosità.

Quali caratteristiche hanno questi processi? Come possono aiutare il volontariato a stare al passo del cambiamento confermando i valori di riferimento? Quali esperienze, quali strumenti ci possono essere utili per rielaborare la nostra missione storica adeguandola alle trasformazioni in corso?

Il C.S.V Taranto propone Lab.I.S. – Laboratorio per l’innovazione sociale, un percorso di lavoro, articolato in momenti teorici, attività pratiche e iniziative concrete da realizzare sul territorio, che consenta di sviluppare una maggiore consapevolezza dei processi di innovazione sociale che possono contribuire a rinnovare le iniziative di impegno sociale e civile delle nostre organizzazioni.

Il laboratorio, della durata di 16 ore, si articola in un ciclo di incontri :

01 ottobre – ore 17.00/19.00

Incontro di presentazione del percorso di lavoro

a cura di Piero D’Argento

5 e 12 ottobre – ore 10.00/18.00

Laboratorio teorico-pratico sull’innovazione sociale

a cura di Piero D’Argento, Ilaria Magagna, Angela D’Amuri

ottobre/novembre 

attività di tutoraggio delle iniziative emerse dalle organizzazioni

a cura di Piero D’Argento, Ilaria Magagna, Angela D’Amuri

Il laboratorio, completamente gratuito e aperto ad un massimo di 25 partecipanti, è rivolto ai volontari degli Enti del Terzo Settore, con particolare riguardo alle Organizzazioni di volontariato, della provincia di Taranto.

Per iscriversi al laboratorio  è necessario compilare e inviare entro il 25 settembre prossimo la apposita SCHEDA Le iscrizioni verranno prese in considerazione in base all’ordine di arrivo e verrà garantito l’equilibrio nel numero dei volontari per Ente di provenienza.

Gli incontri si terranno a Taranto c/o il Centro Servizi Formativi sito in piazza S. Rita.