Pace, Diritti Umani, Mediterraneo – PaDUMe è un insieme di attività che l’Associazione Sud sta attuando a partire dal 2015 per informare, sensibilizzare, promuovere azioni nell’ambito della tutela dei diritti umani, della pace e della conoscenza di luoghi, esperienze, problematiche riferenti l’area Euro Mediterranea.
Nel 2015 l’associazione ha prodotto un calendario per sostenere azioni di solidarietà verso i profughi interni a causa della guerra in Siria realizzando un incontro con Paola Caridi, autrice del libro “Gerusalemme, città senza Dio” e dello spettacolo teatrale “Cafè Jerusalem”.

Nel corso del 2017 PaDUMe è approdato a marzo alla Scuola Normale di Pisa intervenendo al meeting organizzato dalla Rosa Bianca sul tema “L’Europa di fronte alla sfida delle migrazioni”, e a maggio ha sviluppato tre workshop che hanno coinvolto giovani delle ultime classi dell’IISS “Leonardo da Vinci Motolese” di Martina Franca, per la celebrazione dei 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma e i 30 anni dalla creazione del Programma Erasmus.
A maggio ha consentito la partecipazione di otto giovani pugliese allo scambio Erasmus+ realizzato in Spagna e dedicato all’arte come strumento di pace e incontro tra i popoli.

L’intento generale del Progetto “PaDUMe” è quello di fornire alcune coordinate per la conoscenza, l’approfondimento e l’azione relativi a: migrazioni, conflitti, politiche nazionali e comunitarie dell’accoglienza e della sicurezza, prospettive di lavoro e cittadinanza attiva a medio e lungo termine per i giovani europei e non, futuro dell’Europa.
Il target prevalente è rappresentato da giovani dai 17 ai 30 anni, ma gli eventi pubblici coinvolgono anche un pubblico più adulto.
L’associazione intende ora completare questa parte del lavoro con una serie di appuntamenti che, partendo il 25 settembre prossimo e concludendosi a fine gennaio 2018,  forniranno le basi per la costruzione di una nuova strategia operativa per i prossimi tre anni di attività.

PROGRAMMA ATTIVITÀ:

2527 settembre 2017
Il programma mattutino si rivolge agli studenti di alcune Scuole Superiori di Martina Franca.
Una delegazione di partner provenienti da Libano,Tunisia, Marocco, Spagna, Georgia, impegnati a vario titolo in attività inerenti il Programma Erasmus+ e i Programmi ENI-CBC-Med ed Europa della Commissione Europea, incontrerà nella mattina del 25 settembre gli studenti delle IV e V dell’ISS “Leonardo da Vinci – Motolese” di Martina Franca.
Il giorno 26 settembre gli student del Liceo “Tito Livio di Martina Franca incontreranno Alidad Shiri, giovane giornalista afghano che da qualche anno vive a Trento, autore del libro Via dalla pazza guerra.
Saranno affrontati i temi del dialogo interculturale, dell’inserimento dei rifugiati nella società italiana, del rispetto reciproco, della lotta alla xenophobia e razzismo.
Gli appuntamenti pomeridiani e serali prevedono
• Il 25 settembre una tavola rotonda in serata, con la presenza di Dafni Gogou (Movimento
Federalista Europeo), Simone Bozzato (geografo), Giacomo Zandonini (giornalista).
• Per il tardo pomeriggio del 26 settembre un incontro-dialogo con Gabriele Invernizzi, già inviato di guerra de L’Espresso.
• La serata del 26 settembre sarà aperta dall’on. Michele Nicoletti, presidente della delegazione italiana presso l’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa e proseguirà con la presentazione dedicata all’Afghanistan, attraverso la presenza del regista afghano Razi Mohevi e sua moglie Sohelia Jahaveri e la proiezione di alcuni loro lavori vincitori del Premio Mutti al Festival di Venezia.
Nei giorni 27 e 28 settembre la delegazione dei partner stranieri sarà impegnata in incontri e visite sul territorio della Valle d’Itria e Taranto per uno scambio di esperienze e visioni progettuali in
riferimento a prossime call europee.
A novembre la tappa sarà Roma, nell’ambito dell’iniziativa internazionale All Routes lead to Rome, con il Workshop “PaDUMe. Dalla Vulnerabilità alla Imprenditorialità”, presso la Società Geografica Italiana – Villa Celimontana. Saranno presenti partner italiani e stranieri con i quali si programmeranno le future strategie e azioni per la promozione di un turismo lento dei cammini e degli itinerari attraverso la creazione di imprese giovanili e femminili sostenibili in Puglia e nei Paesi partner coinvolti.
Le attività di “PaDUMe” proseguiranno fino a gennaio 2018.